Storie di spionaggio ordinario fra alleati

Gli usa ci controllano Continua come un tormentone il ciclone sullo spionaggio di stato da parte del dipartimento americano condotto dalla Nsa in collaborazione con gli inglesi di CCHQ, a scapito dei governi europei tenuti per almeno un decennio sotto scacco da una ragnatela, più che da una rete, di intercettazioni appositamente costituita e capace di salvare files contenenti comunicazioni, e-mail, telefonate, contatti, navigazione web, di chiunque.Non solo il cellulare della Merkel, ma adesso salta fuori che americani ed inglesi si erano agganciati alle dorsali di fibra ottiche che attraversano il nostro paese da sud a nord, Continua a leggere

La condanna di Silvio B. un boomerang per la sinistra?!

Condanna di Silvio B.

Manifestazione a sostegno di Berlusconi dopo la condanna definitiva in Cassazione

Qualche giorno dopo la condanna di Silvio Berlusconi da parte della Cassazione, il quotidiano Linkiesta titola: “Vent’anni di niente, passati a parlare di Silvio B.“. E gli italiani lo sanno: grazia o non grazia, condanna o non condanna, tutti sappiamo che il gioco politico degli ultimi due decenni è rimasto bloccato dai continui plebisciti diretti o indiretti alla figura del Cav. Ma sappiamo anche che l’opposizione non solo ha governato per circa sette anni su venti, ma oltretutto ha lasciato gran parte delle cose com’erano. E quando ha fatto qualcosa di buono, tipo ridurre il rapporto debito pubblico/PIL o iniziare certe liberalizzazioni, l’incapacità di comunicare dei partiti di centro-sinistra ha fatto sì che la maggioranza degli italiani nemmeno se ne accorgesse.

Continua a leggere

Pd – Pdl: Non sarà un avventura

letta-alfano-fiducia-governissimoLa pacca sulla spalla è uno dei gesti più diffusi e forse più naturali tra gli esseri umani in molte relazioni sociali. Con una pacca sulla spalle si trasmette sicurezza, ci si congratula, si da forza. Nessuno si potrebbe offendere per un gesto del genere.

Ma oggi comincia una nuova era, quella in cui Letta e Alfano giocano a fare Moro e Berlinguer, un po’ come quando da bambini si gioca all’allegro chirurgo, prendendo in giro il dottore, inconsapevoli di quanto quel gioco sia difficile nella realtà. Continua a leggere