Giornalismo libero di raccontare: Gazebo insegna

Operativi-gazebo-1Non so voi, ma a me il sistema dell’informazione in Italia comincia a stancare. Ogni giorno l’attenzione mediatica si concentra su un qualche evento caldo, un hot spot, che in quel momento per contingenze di spazio ma soprattutto tempo, porta più ascolti. Tutto è fondato sugli ascolti. Tutti i telegiornali ormai mi appaiono come i programmi del pomeriggo: Quando ero pischello c’era il mitico Cucuzza, oppure la Parodi su Canale 5, ora c’è barbara D’urso , ad evidenza, la principale causa di questa involuzione dell’informazione e del giornalismo. C’è un ultimo balurado, o uno dei pochi rimasti, d’informazione libera dalla logica del “concentrazione mediatica”, un programma unico!

Pochi giorni fà volevo scrivere su un argomento di questi che ora non “vanno più di moda”, ma poi Zoro e la bandaccia di Gazebo, mi hanno preceduto….facendolo con l’immediatezza che può essere solo dei video reportage. Un articolo sarebbe superfluo a questo punto, così ho deciso che l’opinione del Maniaco stavolta sarà affidata al genio di questo gruppo di ragazzi. Ecco il video-reportage “da Gorizia a Lampedusa”

Continua a leggere

Stragi in Congo: Quando la morte non fa notizia

foto morti congoSono giunto ad una conclusione in questi ultimi giorni, seguendo i twitter, siti web e versioni cartacee di quasi tutti i giornali italiani; mi sono reso conto che la condicio sine qua non per diventare grandi firme giornalistiche è smettere di essere giornalisti. Ci lamentiamo dei politici, del sistema politico corrotto, degli sprechi, dell’egocentrismo ma nessuno pensa alla decadenza mondana dei giornalisti nostrani. Nessuno ha la volontà di sminuire i fatti di Boston, Perché sono di una gravità imponente e perché ci sono comunque stati tre morti che senza dubbio potevano essere molti di più. Quello che contesto a questi “professionisti” è pero un atteggiamento diverso nei confronti di stragi molto più gravi sia umanamente che ne numeri. Pura onestà intellettuale. Continua a leggere