#lasvoltabuona e le certezze della nostra Italia

Autore: Makkox - Gazebo

Autore: Makkox – Gazebo

Fontane del Bernini distrutte, sessioni d’esame terminate finalmente, fumettisti uccisi da integralisti, e ancora la Roma che nun ‘gna fa’ manco quest’anno, L’Isis che è praticamente a Roma sud, zona Grottaferrata e il Maniaco che torna a lavoro…

Le certezze sono la nostra utopia, la nostra recherche, ci permettono di aver chiare le tappe della nostra esistenza, ci danno sicurezza; domani ho quell’appuntamento importante, mercoledì calcetto, venerdì mi spacco con gli amici, sabato con la fidanzata.

Ecco le certezze sono la linfa vitale del nostro bel paese oltre che dei suoi abitanti, il carburante che lo fa muovere, l’olio che lo fa girare girare perfetto come un orologio svizzero (sganasciatevi pure…)

Contro i disfattisti ci vuole un bel rendiconto delle certezze che oggi abbiamo in Italia, salde e incorruttibili come le previsioni del mago Do nascimento

La prima, senza dubbio, è la presenza irrinunciabile del nostro ministro dell’interno, l’onnipresente Alfano. Sempre pronto a chiarire tutte le incomprensioni, le scelte e le decisioni del suo gabinetto. Ha avuto molto lavoro in questi mesi ma ne è uscito alla perfezione. Ecco la certezza è proprio questo verbo al participio passato, “uscito”! sinonimo di scappato, scomparso, non pervenuto che di certo è una scelta più che intelligente dati i risultati di quello che dice quando non scappa dai microfoni. E’ stato celere e deciso quando c’è stato da difendere una classe operaia ormai ridotta ad elemosinare diritti, rappresentata dalla FIOM e dagli operai delle Acciaierie di Terni. Come riferito alla Camera, Angelino aveva assicurato di aver assecondato solo le richieste degli operai che chiedevano a gran voce “vogliamo essere caricati” e lui ha dato l’ordine per correttezza; << Magari avranno detto “ascoltati” ma non mi sembra per niente probabile e io ho un sesto senso per queste cose >>. Grande Angelino!

"la Barcaccia" del Bernini

“la Barcaccia” del Bernini assediata dai “tifosi” del Feyenoord

Riguardo poi l’assalto dei tifosi del Feyenoord, Alfano è stato esemplare, ha fatto la voce grossa contro gli Olandesi e contro la Uefa, ha usato così tanto parolacce e insulti, da quanto era profondamente sconvolto, che i giornali non hanno potuto riportare le sue parole.

Con la lista “Falciani” invece ha usato la celeberrima tecnica del Tana libera tutti, aspettare zitto in silenzio senza parlare con nessuno della stampa, senza rilasciare dichiarazioni, proprio nascosto in uno sgabuzzino del Viminale, aspettando che vengano tanati tutti gli imprenditori, attori, cantanti e star di casa nostra per poi liberarli tutti con una corsa finale alla Mennea verso la tana, con annesso sberleffo a chi dovrà di nuovo contare. Poteva tranquillamente andare dai giornalisti è dire la verità e cioè che questi nostri connazionali avevano aperto questi conti chiaramente per comodità geografica e per l’alto numero di sportelli bancomat che HBSC garantisce in tutto il mondo; perché va bene tutto ma i 2 € e rotti per le commissioni sul prelievo non li pago.

Un’altra certezza è che l’Isis sta arrivando a Roma, e l’unico a rendersene davvero conto è Matteo Salvini. L’altro Matteo nazionale ha denunciato in una conferenza stampa incrociata con L’On. Meloni che tutti i servizi segreti europei hanno capito che ci possa essere il rischio che nei barconi provenienti dalla Libia si possano nascondere dei terroristi, tranne i nostri. A tal proposito il leader della Lega Nord ha immediatamente proposto una soluzione brillante: <<lo chiederemo direttamente agli immigrati appena sbarcati – Siete dell’Isis? – loro risponderanno sicuramente, sempre per correttezza >> Per superare le ovvie barriere linguistiche Salvini ha già fatto stampare 100 mila felpe con la scritta “amici del Califfato” in arabo e circa altre 200 per la “nomination”, sai per quelli in dubbio,  e per questi ci vorrà il giudizio di un pool di esperti: si fanno già i nomi di Borghezio, Eraldo Isidori, e del trota Renzo Bossi

scuola_gaffe_renzi

“Un’anno” insieme…

Ha indovinato il vincitore degli Oscar come miglior film, ha nominato il Presidente della Repubblica in autonomia, voci di corridoio dicono che sia stato capace di prevedere il menù alla bouvette del giovedì con una settimana d’anticipo. Addirittura sembra poter indovinare in quale guancia si trova il suo neo senza uno specchio…che premier dalle mille risorse!

Insomma potrei andare avanti per pagine e pagine ma il messaggio che c’era da mandare penso sia già arrivato. Con delle certezze così solide il futuro del nostro paese è ad una svolta ben chiara e decisiva, la seconda a destra, anzi no a sinistra…aspetta…ahhh no, vai a diritto, dopo 300 metri, alla prima o era la terza vabbè tu gira a sinistra, anzi forse è meglio se fai inversione e torni indietro!!

 

Be Sociable, Share!