La condanna di Silvio B. un boomerang per la sinistra?!

Condanna di Silvio B.

Manifestazione a sostegno di Berlusconi dopo la condanna definitiva in Cassazione

Qualche giorno dopo la condanna di Silvio Berlusconi da parte della Cassazione, il quotidiano Linkiesta titola: “Vent’anni di niente, passati a parlare di Silvio B.“. E gli italiani lo sanno: grazia o non grazia, condanna o non condanna, tutti sappiamo che il gioco politico degli ultimi due decenni è rimasto bloccato dai continui plebisciti diretti o indiretti alla figura del Cav. Ma sappiamo anche che l’opposizione non solo ha governato per circa sette anni su venti, ma oltretutto ha lasciato gran parte delle cose com’erano. E quando ha fatto qualcosa di buono, tipo ridurre il rapporto debito pubblico/PIL o iniziare certe liberalizzazioni, l’incapacità di comunicare dei partiti di centro-sinistra ha fatto sì che la maggioranza degli italiani nemmeno se ne accorgesse.

Non possiamo escludere che il copione di un Silvio sempre vincente non si ripeta, proprio ora che siamo alla fine della carriera. E questa condanna gli offre alcuni vantaggi:

  • fare quadrato all’interno del partito, isolando tutti quegli elementi in grado di costituire un “centro-destra senza Silvio“, i  poco berlusconiani troppo filo-Letta che, pur rimanendo nel PDL, evitano di sbraitare nella difesa del leader; verranno mostrati agli elettori come traditori alla stregua di Fini, politicanti di professione membri della vecchia politica e pronti a passare con il PD
  • evitare la grazia di Napolitano, cosa che potrebbe risultare digradante, visto che Silvio deve sempre mostrarsi al suo popolo come “princeps” degli italiani, senza che vi sia nessuno al di sopra di lui
  • commutare la pena detentiva in affidamento ai servizi sociali, facendosi ritrarre in attività lavorative, in contrasto con il parassitismo della casta politica. Un “presidente-operario” che lavora, come Mussolini si faceva riprendere mentre mieteva durante le battaglie del grano degli anni ’30.

La Seconda Repubblica non è finita, presto torneremo al voto e riavremo la solita campagna elettorale. Con un PD centrista ed un governo Letta impantanato, Silvio B. avrà vita facile anche nella prossima campagna elettorale, capace di rigenerarsi ed ottenere la sua quarta vittoria alle urne.

Be Sociable, Share!